domenica 28 agosto 2011

un bel pezzo di 2009





che dire..

Umore:afflitto
Sono molto amareggiata...
Non voglio imporre le mie opinioni, ma sono veramente amareggiata, perchè non penso che questa persona si sia guadagnata il posto che ha, perchè giudico un delinquente la persona che gliel'ha fatto ottenere,inoltre coloro che l'hanno messo al potere o troppo ingenui una parte o troppo furbi un'altra.. e non riesco a capire perchè tutti accettano questa vergogna in sardegna e in italia, solo perchè è un cabarettista e la sua faccia paffuta e sorridente tutti si dimenticano che non è una persona onesta... del resto la nostra politica non è una cosa onesta, forse ne è il degno rappresentante..e allora lasciamo che il mondo rida della nostra bella italia mafia spaghetti e mandolino, che metta la musica del padrino quando manda i servizi sul capo del governo, ma per la mia isola, che tanto è bella e tanto è fragile e tanto zeppa di vita forza ma soprattutto orgoglio, che a volte ci porta a pensare di poter essere addirittura "indipendenti"...ma davvero pensate che permetterà lo sfaldamento del suo podere?  se si siete più folli di bossi

miao

...bene, il tempo sembra prema sull'acceleratore, due esami a marzo, ma ho trovato la mia pace interiore e prenderò tutto con calma..stamattina volevo alzarmi presto, invece son rimasta a rotolare nel letto e a pensare alla mia condizione di giovane donna emancipata...
non soffro la solitudine, ne ho bisogno... non so se sono anormale, ma non riesco a farne a meno.. non per questo sono insofferente alla compagnia altrui, ma se non passo almeno una nottata per i cazzi miei, a leggere o a scrivere o cavoli miei semplicemente, mi sento oppressa... in effetti pensandoci non ho mai avuto amicadelcuoreacuidicotuttoesento20voltealgiorno, tanto meno mammona o chessoio...la cosa che mi manca di più in casa è la presenza di mia sorella, perchè non è opprimente, sembra un po' vaga come spiegazione ma penso dipenda dal fatto che le voglio un bene inimmaginabile...io invece divento opprimente in amore, probabilmente, ma solo chi si reprime non lo è a mio parere. Mi sento una specie di gatto, adoro i gatti, perchè non ti opprimono a meno che non siano spinti da una ragione di primaria importanza...e non sono d'accordo col fatto che siano degli ingrati, quando un gatto è malato e te ne prendi cura fa le fusa, e non perchè sia felice, ma perchè ringrazia.
...non so se le persone che mi circondano mi abbiano capita, a volte mi sembra di comportarmi in modo sgarbato, ma non riesco a fingere quando non trovo un appiglio di discorso con qualcuno o è perchè non mi piace o è perchè io non piaccio a lui e non si può cambiare questo fatto solo basandosi sulle regole del vivere civile...le persone con cui mi trovo bene sono poche, sono tutte persone con caratteri e passioni diverse, non ho idea di cosa le accomuni in realtà, ci devo pensare bene. Forse sono quelle persone che senza offendersi capiscono che ogni tanto sparisco per farmi i cazzi miei.

se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo

Aprile, poco tempo per respirare dopo gli esami e subito lezione, giornate monotone, mattini piovosi sfumati nel sole del pomeriggio..
sono piuttosto pensierosa in questo periodo, oserei dire filosofica..sono sempre stata attenta a cio' che mi circonda, ma in questo periodo di più..il mio oggetto di studio preferito sono cagliaritani sui ctm, in particolare sull'M , ci sono personaggi molto particolari...l'altro giorno una signora parecchio anziana e probabilmente molto sola,seduta dietro di me, discuteva con un'altra meno avanti negli anni, sparlando e dubitando della fede dei frequentatori della sua parrocchia..abbasso il volume del lettore e mi metto a origliare, e penso che questa donna mi sta molto sul cazzo..        poi dice un altra cosa.. si vergogna di non potersi permettere 5 euro all'offerta della domenica, pensa di essere giudicata perchè mette 2 o 1 euro solamente...e lo dice quasi in lacrime..l'altra si lancia in un monologo del tipo -nostro signore è nato in una mangiatoia...io alzo il volume del lettore e mi torna in mente ^la città vecchia^ e penso che quel gran poeta ha capito ciò che io ignoravo, io con le mie critiche alle persone bigotte, stupide piene di falsi ideali, io con la mia idea da iperuranio di uomo...quanto sono borghese.. i difetti sono ciò che rende umana l'umanità, e che permette la diversità e i modi di essere..e ciò che per me è un difetto potrebbe essere un pregio per qualcun'altro o il contrario...si deve prendere atto che le persone sono fatte di difetti, e con questo non voglio dire che accetto tutto lo schifo che c'è nel mondo, ma essenzialmente siamo sbagliati, incasinati e pieni di stronzate nella testa...ma da questi casini  nasce la poesia con i suoi tormenti, la musica, l'arte, le rivoluzioni, il pensiero politico, viene stuzzicata la scienza e tutto si gonfia di colori.
 

pari

ieri secondo compitino di istologia, avrò rimediato un 24 che segnerà sicuramente il mio voto finale ma la cosa mi tocca relativamente.
qui fa caldo, è una bella giornata, ma rimarrò in casa come un sorcio a fare la buona casalinga. sono piuttosto felice in questo periodo. mi piacciono le lezioni, fa caldo, sono tornata a casa spesso negli ultimi tempi <3, fa caldo, VENERDì INIZIA PRIMO SOCCORSO ,il cielo è azzurrissimo e grande.. qui il cielo sembra più grande che in montagna.
Adoro il mio corso pari, siamo tutti diversi ma giriamo bene insieme, il meccanismo sembra perfetto; il tempo perso a studiare diventa poi alcol, in maniera direttamente proporzionale. Al bastione con ogni sorta di bevanda per il dopo esame, e nulla è meglio per dimenticare/festeggiare....

riflessioni di giugno

Umore:meditativo
Monserrato, tredici giugno da un oretta, solitudine e malinconia ma mi piace questa tranquillità post esame, il venticello fresco che entra dalla finestra, sembra quasi che voglia scusarsi per la giornata afosa di oggi. O magari vuole aiutarmi a non sentire la nostalgia dell'aria di tonara, anche se è davvero difficile, perchè volevo tornarci con tutto il cuore oggi. Ma è andata così, e forse è meglio, mi sarei stancata da pazzi, e mercoledì vetrino. Non so' perchè sono così fiduciosa nell'andare per i cavoli suoi del destino, lo sono sempre stata; analizzando il compiersi degli eventi trovo sempre un specie di incastro giusto tra le cose, raramente riesco a dire -poteva andare meglio; o almeno a mente fredda perchè subito dopo che succede una cosa "no" sono davvero incazzosa. Tipo quando una donna indigesta mi fa dimerizzare le palle, ma lasciamo correre, mi faranno diventare maschilista queste prof. Invece al tutor dovrei scrivere un sonetto. Sono talmente stanca da non avere sonno. Un po' nervosa. Ho voglia di estate, ma non posso pensarci, devo studiare ancora. E' passato in un attimo quest'anno, è volato, sono successe molte cose ma allo stesso tempo certe cose restano uguali a se stesse; è andata bene, mi è piaciuto essere un pesce fuor d'acqua, sbagliare pullman, vivere sola, studiare al primo anno di medicina, e poi ....ambientarmi, imparare a gestire la lontananza, imparare le strade, ed essere nel corso pari. Ci sono delle cose negative ma sono cose che sono sempre state inevitabili nella mia vita, io ho sempre stretto rapporti con persone di nuova, vecchia, media conoscenza molto diverse tra loro, e naturalmente non posso pretendere di unirle in un bel minestrone, come non posso far ibridare due emieliche di Dna che non sono complementari tra loro.
Domani totale molto probabilmente. A destra non si andrà.

meno diciannove

Sono le due di notte, sono a cagliari e domani dovrei studiare (e anche dopodomani e ancora e ancora.). A tonara mi sono rilassata da morire, ho passato un periodo di STOP completo. Penso di aver visto una cinquantina di episodi di sex and the city,non l'avevo mai degnato di considerazione. E mi ci sono troppo appassionata. Non sono mai stata a favore delle amicizie solo femminili, ma cazzo, le dinamiche che vedevo li' sullo schermo erano uno specchiettino della mia vita mondana a cagliari. OVVIAMENTE noi non trombiamo come coniglie con tutti. Intendo l'atmosfera; quando un gruppetto di donne stà insieme,esce insieme, dovunque si trovino, senza maschi con loro, si scatena una sorta di micromondo parallelo, e risate nomignoli e doppi sensi, un livello di malizia impareggiabile. Forse è per questo che gli uomini non attaccano mai spudoratamente quando le donne sono in gruppo. Siamo molto peggio di loro, e molto più raffinate caratterialmente (ovvero indecifrabili).
Qui fa caldo, ho passato un week-end buttata al poetto, e non ha fatto bene al mio programma di studio, oltre che al mio fegato, che ho scoperto studiando biochimica, si fa' un mazzo così ogni giorno, davvero fà tutto lui. Cissà quanto l'hanno intasato quei pani dei caddozzoni.
Non ho sonno sono in fase schizzoide e mi sono guardata un sacco di foto sul pc e sono arrivata al mio spuntino dei dicotto di due anni fa. Tra diciannove giorni non avrò più diciannove anni. Malessere. Mi ricordo che il mio spuntino non mi aveva esaltata, un sacco di casini per la birra. Ma nelle foto tutti hanno un bicchiere in mano. TUTTI sorridono e molti ballano. E mi sono detta che era perfetto...e che in pratica me lo sono perso perchè non me lo sono goduto a pieno. Il posto poi per quanto polveroso era una genialata.
Vado a dormire.
Mi manchi.

Nessun commento:

Posta un commento